Palmer’s

+ 39 0982.41277

Tra storia miti e leggende

Il Fico è in assoluto una delle piante più antiche della storia. Le prime civiltà agricole in Mesopotamia, Palestina ed Egitto coltivavano il fico che si diffuse poi lentamente in tutto il bacino del Mar Mediterraneo. Qualche anno fa, dei ricercatori dell'Università di Harvard hanno scoperto, nei pressi del fiume Giordano, un sito archeologico chiamato Gigal. In questo villaggio abitato più o meno 11400 anni fa sono stati scoperti dei piccoli fichi e delle piccole parti di questo frutto, oramai completamente carbonizzate. Questo dimostra che il fico era coltivato molto prima di quanto si pensasse e circa mille anni prima di orzo e grano. Alla luce di questa scoperta si potrebbe dunque porre l'origine del fico in Medio Oriente, anche se, per altre fonti, il fico è originario dell'Asia Occidentale. In ogni caso, sicuramente, la sua origine è molto antica. Nella Bibbia, ad esempio, viene citato come il primo "vestito" della storia. Adamo ed Eva si "vestivano", infatti, di foglie di fico. In India il fico era l'albero sacro di Visnü e Shiva, poi divenne l'albero cosmico del Risveglio di Buddha. Anche per gli antichi egizi il fico era considerato un albero cosmico ed assimilato alla fenice e alla Rinascita di Osiride, il Sole. Era, in altre parole, l'Albero della Vita. In Grecia il fico è stato protagonista di moltissimi miti, anche loro lo consideravano un albero sacro ed attribuivano al dio Dionisio la nascita di questo albero. Platone era un grande amante di fichi e per questo motivo gli venne dato il nome di "mangiatore di fichi". Inoltre raccomandava di mangiare questo frutto poiché, secondo lui, aiutava a rinforzare l'intelligenza. A Roma il fico era sacro a Marte, vero fondatore della città eterna e padre, secondo la leggenda, di Romolo e Remo, che furono allattati dalla lupa all'ombra di un fico. In generale, per i romani, la pianta del fico era una pianta sacra come la vite e l'ulivo. Plinio sosteneva che mangiare fichi "rende più forti i giovani, aiuta la salute degli anziani e attenua le rughe". L'imperatore Augusto se ne nutriva insieme al formaggio e ai pesci, per Seneca, insieme al pane, costituivano un pasto intero. Citazioni sulla lavorazione dei fichi secchi si trovano nelle Satire di Orazio e in Columella, che ci ha lasciato un'autorevole opera di agraria. In generale, sia i greci che i romani, coltivarono intensamente il fico, soprattutto nelle regioni della vite, dell'olivo e degli agrumi, ovvero in Puglia, Campania, Sicilia e, ovviamente, in Calabria, dove tuttora la produzione è ben avviata ed in fase crescente, dove i contadini lasciano seccare al sole i fichi come facevano i popoli antichi che li hanno preceduti. Gli stessi fichi che i Fratelli Marano lavorano con cura e passione da tre generazioni, gli stessi fichi di qualche millennio fa.

Una chiacchierata con i fratelli marano

PERCHE' IL FICO? Perché è un prodotto artigianale, fatto a mano, completamente naturale e senza glutine. Perché è un prodotto antico e tradizionale, lavorato secondo le antiche ricette dei nonni ma anche con ricette più moderne capaci di soddisfare ogni genere di palato. Perché è uno dei prodotti più tipici di Calabria e rappresenta un'eccellenza della nostra generosa terra. SI MA I FICHI NON SONO UNA "BOMBA" CALORICA?I fichi sono un prodotto molto dolce, ad alto contenuto zuccherino, ma contrariamente a quanto si pensa sono molto meno calorici rispetto ad altri frutti, come l'uva o i mandarini, e si collocano tra i frutti a contenuto calorico medio. Se poi li confrontiamo con gli snack o le merendine prodotte dall'industria, ci accorgiamo che spesso hanno meno della metà delle calorie rispetto ad essi. Questo è dovuto anche al fatto che sono un prodotto completamente naturale, senza coloranti, senza conservanti, senza grassi o oli vegetali. No, non sono una "bomba" calorica e sono sicuramente un sano ed ottimo alimento, ricco di proprietà.

E QUALI SONO LE PROPRIETA' DEL FICO? I fichi, soprattutto quelli secchi, hanno un valore nutritivo molto elevato e rappresentano un'importante fonte di energia. Non contengono grassi, colesterolo ne sodio, ma abbondano di tanta fibra solubile. E' possibile integrarli nella dieta di bambini, anziani, donne incinte ed atleti, per il loro ottimo contributo di energia e per l'elevato contenuto di fibre. La sua straordinaria carica energetica aiuta in tutte le condizioni di indebolimento fisico e mentale. Non a caso le popolazioni del Mediterraneo lo hanno consumato per migliaia di anni come alimento energetico e nutriente. Possiamo tranquillamente affermare che i fichi sono da millenni uno degli snack principali del Mediterraneo. Inoltre contengono proprietà digestive. Nel fico sono contenuti enzimi digestivi che facilitano l'assimilazione dei cibi. Poi, essendo ricco di potassio, ferro e calcio, il fico è indicato per le ossa e i denti, per mantenere efficiente la vista e proteggere la pelle. I fichi sono anche un ottimo amico del cuore grazie all'elevato contenuto di Polifenoli, che sono degli antiossidanti naturali. SI MA COME SI GUSTANO? Il bello dei nostri prodotti è che si possono gustare in qualsiasi momento della giornata. Al mattino rappresentano una colazione salutare ed energetica, sono un ottimo spuntino o merenda in qualsiasi momento della giornata e hanno la grande caratteristica di fare sia da dolce che da frutta. Dopo pranzo o dopo cena si sposano bene sia con qualche liquore che con un vino passito, o anche con un buon rhum o un buon cognac. E questo vale sia per i fichi più tradizionali che per quelli ricoperti di cioccolato. MA QUANTI PRODOTTI FATE? La nostra gamma di prodotti è composta da più di 30 differenti referenze, tutte a base di fico, ma la nostra passione per questo straordinario frutto è così forte che vogliamo farlo conoscere a tutti. Per fare questo siamo costantemente impegnati nella ricerca e nello sviluppo di nuovi prodotti che possano conquistare il cuore e il palato di chi li acquista. Insomma, la linea è destinata a crescere ancora. I FICHI DEI FRATELLI MARANO SONO UN PRODOTTO DI QUALITA'? Un bravo artigiano non si esprime mai sulla bontà e sulla qualità dei suoi prodotti, ma lascia che siano i consumatori a farlo. Perciò, rivolgendoci ai consumatori di ogni età e di ogni luogo, possiamo dire solo una cosa sui nostri prodotti : assaggiateli, gustateli e giudicateli…